2014

2014 (28)

GIARDINI VILLA

LUMINARE
LUCI E RIFLESSI

21 novembre - 8 dicembre 2014
atelier aperto di Massimo Villa
Torino via Mantova 27
inaugurazione 21 novembre 2014 ore 18.00

 

L'atelier Giardini Villa inaugura il 21 novembre la mostra Luminare Luci e riflessi presentando nuovi arredi, sculture e oggetti nati da alberi di maestosa bellezza e trasformati dalle mani di Massimo Villa in originali oggetti dal cuore green ed ecocompatibile.

Protagonisti di questa esposizione sono specchi e luci realizzati quasi esclusivamente in olmo, un legno durissimo e resistente dai riflessi argentati che veniva usato per costruire mozzi, ruote e ingranaggi dei mulini. Valorizzando e assecondando le caratteristiche di questa pianta, Massimo ha realizzato punti luce, tronchetti portacandele, specchi di acciaio super mirror, alcuni in collaborazione con Mutabilis, ma anche taglieri e vasi con decori pirografati a mano.

Insieme a questa serie esclusiva di oggetti pensati per il Natale, l'atelier Giardini Villa, ospita anche le sculture e gli arredi che Massimo ha intagliato e costruito nel suo lavoro di giardiniere: un tavolo per mangiare insieme, una panca per chiacchierare, o una poltrona per leggere, magici oggetti dove il legno viene lasciato il più possibile "nudo" con aggiunte minime di metallo, tessuto, intrecci, inserti di malte speciali, vetro o pietra. Così da un albero ultra centenario sono nati tavolini e sgabelli dal suo tronco, specchi e lampade dai rami più grandi e cesti intrecciati per utilizzare anche i rami più sottili.

"ACTEURS TRANSCULTURELS / CREATIVITÀ GIOVANILE: LINGUAGGI A CONFRONTO"
LA REGIONE PIEMONTE PER ARTISSIMA 2014
7-8-9 novembre 2014
Oval - Lingotto Fiere, via Nizza 230 - Torino

Il 7, 8 e 9 novembre 2014 la Regione Piemonte partecipa ad Artissima presentando i risultati del programma di formazione e produzione artistica del Progetto Europeo "Acteurs Transculturels / Creatività Giovanile: linguaggi a confronto", realizzato con Conseil Général des Alpes de Haute-Provence, Conseil Général des Hautes-Alpes e l' Associazione Culturale Marcovaldo (Caraglio, CN) e finanziato dall'Unione Europea - Fondo Europeo di Sviluppo Regionale nell'ambito del programma ALCOTRA 2007-2013 "Insieme oltre i confini".
Lo stand istituzionale è interamente dedicato al progetto, illustrando, per mezzo di pannelli e video, lo sforzo dei partner per stimolare e sostenere la ricerca artistica delle giovani generazioni, favorendone la crescita professionale, l'interazione e la collaborazione con le istituzioni e le realtà del territorio transfrontaliero compreso tra le province di Cuneo e Torino, l'Haute-Provence e le Hautes-Alpes.
Verrà dedicato ampio spazio a ciascuno degli artisti selezionati, Franco Ariaudo, Giorgio Cugno, Irene Dionisio, Luca Giacosa, Daniella Isamit Morales, Stephen Loye, Matthieu Montchamp e Cosimo Veneziano, così come ai principali obiettivi del progetto Acteurs Transculturels che opera nella convinzione che l'arte contemporanea possa costituire un importante strumento di conoscenza e valorizzazione delle identità locali. I partner hanno voluto offrire, infatti, una risposta alle esigenze reali del nuovo territorio di fronte ad una congiuntura economica incerta, preservando una programmazione culturale ricca e rinforzando la piattaforma di sviluppo sociale per investire su una prospettiva culturale condivisa.

XI Festival internazionale di Letteratura

I LUOGHI DELLE PAROLE
"VITA, COMPLICAZIONI PER L'USO"
SEMPLIFICARSI LA VITA CON I LIBRI

10 - 19 ottobre 2014

Chivasso – Casalborgone – Castagneto Po – San Sebastiano da Po – Volpiano

"Complicare è facile, semplificare è difficile. Per complicare basta aggiungere, tutto quello che si vuole: colori, forme, azioni, decorazioni, personaggi, ambienti pieni di cose. Tutti sono capaci di complicare. Pochi sono capaci di semplificare. Per semplificare bisogna togliere, e per togliere bisogna sapere che cosa togliere, come fa lo scultore quando a colpi di scalpello toglie dal masso di pietra tutto quel materiale che c'è in più". Bruno Munari
Un pensiero apparentemente semplice, come direbbero gli inglesi "less is more"... È questa la riflessione che ha ispirato il tema della XI edizione de I Luoghi delle Parole: il curatore Davide Ruffinengo e la Fondazione 900, che da 11 anni promuove l'evento, hanno immaginato e disegnato un Festival che avvicini le persone, offrendo momenti di ascolto e confronto su temi vicini alla vita di tutti i giorni.
Vita, complicazioni per l'uso: osservando il mondo intorno a noi è inevitabile appuntare sul proprio taccuino una naturale tendenza dell'essere umano a complicarsi la vita. In effetti, Complicare è facile, semplificare è difficile. Semplificarsi la vita con i libri: senza la presunzione di fornire istruzioni ma con la certezza di offrire al pubblico incontri con gli ospiti che stupiscano, divertano o commuovano, in ogni caso incontri che lascino sempre qualcosa. I libri, la lettura, davvero riescono a togliere, semplificare e a creare nuove forme come lo scultore citato da Munari?

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 1 di 10

 

bg_abece

Abbiamo collaborato con

891011

1234

891011

891011

8910bot

891011

Succ.
Previous