2010

2010 (33)

span style="font-size: 10pt;">
TURIN PHOTO FESTIVAL
III edizione
 
 
L’INVISIBILITÀ DELL’EVIDENZA

1-2-3 ottobre 2010
Torino

inaugurazione
30 settembre 2010 ore 18.00

Ex Manifatture Tabacchi
Castello di Montaldo Torinese
Museo di Storia Naturale Don Bosco


Il Turin Photo Festival che avrà luogo l’1, il 2 e il 3 di ottobre s’interrogherà sul tema de L’INVISIBILITÀ DELL’EVIDENZA sottolineando così, per il terzo anno consecutivo, l’importanza di soffermarsi a riflettere sulle piccole e grandi realtà che troppo spesso sfuggono alla nostra vista, ma non all’occhio attento dei fotografi.

Il Festival vuole essere un contenitore multidisciplinare che ruota intorno all'immagine digitale all'interno del quale anche giovani emergenti possono trovare spazio per comunicare il proprio lavoro con l'immagine attraverso esposizioni, incontri, workshop, conferenze, presentazioni, feste, libri, letture portfolio.
Fotoreporter, artisti, artigiani e fotografi di strada daranno vita a un progetto sperimentale che vuole rendere Torino un polo di riferimento internazionale per il mondo della fotografia e per i suoi protagonisti creando opportunità di scambio e di lavoro sviluppando una nuova consapevolezza sul mondo dell'immagine.
PAESAGGI INQUIETI
Mario Giammarinaro
a cura di Giovanni Cordero

7 febbraio - 6 marzo 2010

Galleria Il Quadrato - Salone del Ghetto
Via della Pace 8  -  Chieri, TO

Inaugurazione 6 febbraio, ore 18.00

“La Natura è un tempio dove pilastri vivi mormorano a tratti indistinte parole; l’uomo passa, tra foreste di simboli che l’osservano con sguardi familiari.”
Charles Baudelaire


Dal 7 febbraio al 6 marzo 2010 i PAESAGGI INQUIETI di Mario Giammarinaro occuperanno gli spazi della galleria Il Quadrato di Chieri, 20 opere realizzate con la sua particolarissima tecnica mista: cromie e solventi artistici classici mescolati a materiale prelevato direttamente dall’ambiente - quasi un ready made-, assemblati e agglutinati con resine e colle sintetiche su tavole e tele.
Giovanni Cordero, curatore della mostra, sottolinea l’originalità dell’autore nell’indagare le forze e l’energia custodite nei quattro elementi della vita: aria (cielo), acqua (mare, nuvole), terra (sabbia), fuoco (petrolio, bitume, sostanze organiche infiammabili, legno), a cui Giammarinaro dà l’inquietante forma della scena contemporanea.
Da Mirò a Paolini
50 anni di collage

8 maggio - 25 giugno 2010

Inaugurazione sabato 8 maggio ore 18


Si ce sont les plumes qui font le plumage,
 ce n'est pas la colle qui fait le collage.
Max Ernst

La Galleria Repetto ospiterà dall’8 maggio al 25 giugno 2010 la mostra Da Mirò a Paolini 50 anni di collage riprendendo una geniale frase di Max Ernst: “Si ce sont les plumes qui font le plumage, ce n'est pas la colle qui fait le collage.” “Se sono le piume che fanno il PIUMAGGIO, non è la colla che fa il COLLAGGIO” (…libera traduzione a favore della rima).
Il suo tono ironico, preciso, leggerissimo, aiuta a comprendere le più profonde ragioni di una tecnica, un modus operandi, storicamente inventato dai cubisti intorno al 1913, ma di sicura derivazione dall’infinito universo dell’infanzia.
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 1 di 11

 

bg_abece

Abbiamo collaborato con

891011

1234

891011

891011

8910bot

891011

Succ.
Previous